Viaggi

Cina – Hong Kong - Dubai – Belun

Avviso ai naviganti, questo diario ho deciso di pubblicarlo senza correggere la grammatica, per essere ancora più immediato, per farvi capire come a volte l'impeto e la passione ti facciano correre le dita sui tasti come se fosse un pianoforte

31 Maggio

e...Belun l' e sempre Belun, tradotto Belluno e sempre Belluno, ritradotto la città dove nasci ti resta dentro per tutta la vita

I tanti viaggio che faccio a volte si riempiono di una profonda solitudine, verso la mia famiglia e anche verso la mia terra.

Questo viaggio a differenza di altri, non e per andare a vedere di cacao ma per andare a commerciare i miei prodotti in Cina, con me anche Ernesto che fa formaggi e Miriam figlia di uno dei soci di un azienda di biscotti.

Ernesto lo conosco un compagnone, Miriam invece e un po un cavolo cappuccio, avvolta nelle sue infinite foglie tutte da togliere una ad una per capire forse come sia davvero, persona introversa ma allo stesso tempo diretta e a volte indelicata.

Il primo giorno e un lungo volo dove posso solo raccontarvi che sempre di più mi sto appassionando a Giovanni Allevi.

Arriviamo in Cina e già subito tentano di fregarci con il taxi, siamo 6 persone ( con altri 3 amici collaboratori ) chiediamo un taxi pulmino 7 posti per andare in hotel, il tipo ci fa fare 300 mt per arrivare dove ci sono ( a detta sua ) questi pulminetti, ma io non vedo nessun pulmino

Ad un tratto si ferma, ci sorride e si poggia su un prototipo di vettura a 4 ruote, questo pulmino a detta sua e un 7 posti, ma non capisco se lui intende 7 posti per bambini delle elementari per gemelli siamesi o adulti, proviamo ad entrare e mi proietto sulla barzelletta dei 5 elefanti su una cinquecento, la sapete vero? Ecco praticamente ad incastro, sale il primo, il secondo, il terzo già deve accavallare una gamba, il quarto deve mettere le braccia attorno al collo degli altri e le gambe incrociate, per il quindo non ce scampo minimo se vuole starci deve infilare un dito nel naso del quarto, appoggiare un orecchio sulla marmitta e passare da bagno per dimagrire quei 2-3 hg che sono necessari a entrare, e il sesto?? dunque o il sesto guida e il tassista resta qua oppure dobbiamo cambiare soluzione, lo salutiamo lasciandolo li tra le lacrime per non aver preso il lavoro e ci prendiamo 2 taxi,

Soluxe hotel, questo il nome ma parrebbe più appropriato il “polar hotel” data la temperatura interna, credo che se domani mi prendo un succo e lo lascio appoggiato 10 minuti con uno stecco al centro posso farmi un Calippo da sballo.

La camera e bella, spaziosa ed ha perfino il copri rotolo di carta igenica in cristallo di Boemia, no scusate non era cristallo di Boemia era velluto.

1 Giugno

oggi non dobbiamo fare nulla, fa caldo e non vendono nemmeno i polarelli, andiamo a fare un giro in fiera per vedere come ci sistemeremo domani, dopo di che facciamo una passeggiata per Guangzhuo, e qua subito i miei compagni mi tirano un paccone, stiamo camminando tranquilli, ci fermiamo perchè alcuni di loro vogliono prendere il taxi, io do 2 spiegazioni al tassista su dove portarli e gli altri ( coi quali dovevamo continuare a piedi ) spariscono.

I bell' imbusti sono proprio Miriam e Ernesto, forse stanno cercando qualche momento di relax assieme, forse mi sono perso qualcosa ma e risaputo che i voli aerei assieme spesso sono foraggiatori di nuove storie d'amore.

Va be decido di fare la candela e li raggiungo allungando il passo in un mix tra Usain Bolt e fracchia , li raggiungo, loro fingono un certo compicimento.

In Cina ovviamente comperiamo un po di cineserie fino a che si fa sera e andiamo a mangiare in un ristorante scelto dall' Emanuela.

Un ristorante tipico con gli acquari dove ti pescano il pesce fresco e te lo fanno espresso, io sono un po schifato da tutto, il pesce non mi piace e in un ristorante di pesce solitamente fanno buono solo quello.

Prendo un paio di pietanze di verdura, qualche patata lessa e guardo gli altri.

La figlia di Emanuela si compra un Aragosta da capogiro 280 euro di crostaceo, io con 280 euro se sono oculato mangio un mese

Vabbè piace anche a me ogni tanto mangiare raffinato ma non e il prezzo che fa il raffinato

Comunque al netto del pesce baffuto e stata una bella serata,

2 Giugno

La fiera non e male, tanti mangia a sbaffo ma non e male, Miriam stenta a carburare, la vedo li un po sulle sue impaurita e timida, io cerco di spronarla ma mi pare un operazione ardua e quindi decido che se vuole un aiuto debba essere lei a farsi avanti

il tempo vola e la sera andiamo a mangiare in un ristorantino italiano molto buono, dove uno chef meridionale, di Salerno se non sbaglio, si fa le mozzarelle di bufala direttamente li.

Mi pare una cosa incredibile, già in un ristorante farsi le mozzarelle e una cosa quasi unica, se poi pensiamo che siamo in Cina e ancor più unica ma di bufala poi....comunque me ne sparo 5, a dire il vero mangio solo quelle perchè il resto non mi piace da morire ma le mozzarelle di peppino sono buonissime

3 Giugno

secondo giorno di fiera nemmeno da commentare, la perla e che

mi hanno appena rubato il mio nuovo salmsung galaxy note 2 . Girano, oggi non vi racconto piu niente. Neanche della cena al” ritz charlton”

4 Giugno

faccio una capatina vicino alla fiera di buon ora per salutare Eric e joyce, un amica presentatami da Paolo un industriale Bolognese, questi due mi hanno dato una grande mano durante la fiera, joyce in particolare mi ha fatto trovare un nuovo potenziale cliente “ Candy “ una ragazza che si occupa di comprare cioccolato per clienti facoltosi la quale vuole venire a farmi visita in italia di li a 2 settimane

Ottimo direi, e infatti pianifichiamo la sua venuta non prima di averle dato un sacco di campioni che potrebbero spero servirle

Miriam e sempre li, più distaccata che mai

Ma gia alle 9 del mattino abbiamo il treno per hong kong, arriviamo in stazione e dobbiamo ancora fare il biglietto, oltre tutto devo anche prelevare io per tutti, come in tutte le stazioni c'e sempre qualcuno che si offre di aiutarti a fronte di una mancia, mi fido del ragionier Scarponi, anzi essendo cinese del ragionier Scalponi, che per trovare un bancomat mi fa girare tutta la stazione, mi viene il dubbio che lui la mancia la voglia a metro ( cioe come i tassisti, piu ti fa camminare piu soldi gli devi dare ) gli ultimi 500 mt sono corsa pura, ma incredibilmente reggo bene, prelevo do 2 lire al ragioniere e andiamo di corsa a fare il biglietto ..” il treno e pieno “

Miiiii che giramento dovevamo andare a honk kong e tornare in giornata, se partiamo con il prossimo arriviamo li a mezzogiorno e dobbiamo già ritornare alle 16.00 perche la sera abbiamo l'aereo per Dubai

Ma andiamo lo stesso, durante il viaggio in treno rifletto molto su alcune cose, ma con nessun risultato scaturito dalle mie riflessioni, arriviamo a hong kong dove ci aspetta Edmond, un fiorentino con mamma inglese

Lui ci porta a visitare alcuni clienti, ma la scena più bella e dall'ultimo, siamo già in ritardissimo, tra 20 minuti abbiamo la metro per andare a prendere il treno che ci porta in aeroporto, arriviamo e lo chef col quale dobbiamo parlare sta parlando con altri clienti, ci sediamo e come se avessimo una molla sulla sedia ci rialziamo e ce ne andiamo, figuraccia ( cerchiamo di dargli un po di spiegazioni ) ma incredibilmente lui compra il formaggio di Ernesto di li a poco, sarà mai che aveva ragione Ferradini ?

Adesso e solo una lotta contro il tempo e la mia panza, corro come forse non facevo più da 20 anni, siamo senza soldi, scavalchiamo le barriere della metropolitana con un salto che se mi vede il responsabile marketing di olio cuore mi fa un contratto per 3 anni ma alla fine prendiamo la metro, e andiamo in aeroporto.

La sera partiamo per Dubai qua andremo a vedere Gerhard il mio importatore per il middle east.

Il volo e bruttissimo, e si perchè qualcuno della comitiva ha preso il sedile per tutti davanti ad una sorta di muro dove non puoi allungare le gambe, non puoi fare nulla di nulla che non sia soffrire, e soffro ….mamma come soffro, poi vicino a me c'e anche “ jonny puzzetta “ che in realtà non sono sicuro si chiami jonny, ma sulle puzzette che tira dubbi non ne ho. Devastante.

5 Giugno

Arriviamo a Dubai alle 5 del mattino e in albergo alle 6, non ce la facciamo più sono 38 ore che siamo in piedi il più fresco tra noi sembra Giuliano Ferrara dopo aver fatto 5 vasche contro la pellegrini, dormicchiamo qua e la, finalmente alle 8 ci danno la camera, dormiamo fino alle 11 di gusto e poi tutti in piedi per il DESERT SAFARI, visto che Gerhard lo incontriamo solo domattino, ho deciso di portare i miei compagni a farsi un avventura unica.

E cosi è, su e giù per le dune e davvero uno spasso, con noi sulla jeep anche Dan, uno sceicco di Abu dhabi in ferie qualche giorno a Dubai, lui in realtà vive a Washington. Una persona particolare ma interessante, ma quando iniziamo a parlare di donne capisco subito che la loro apertura mentale si ferma dove si inizia a parlare di libertà del gentil sesso.

Lui e una persona aperta, a tutto, iphone 5, ciabatte di “prada” ma quando gli chiedo cosa pensasse della poca libertà delle donne arabe....mi dice “ e cosa c'e di sbagliato, sono donne “ .

Come tutti i safari dopo 3 ore di scorribande arriviamo su un oasi nel deserto dove oltre ad allietarci con uno spettacolo di danza del ventre mangiamo un po di cucina tipica speziatissima tra un cammello, un dromedario e qualche jonny puzzetta (che vai dove vai ne trovi sempre uno e ogni tanto senza rendertene conto sei proprio tu )

7 giugno

oggi non ho molto tempo di scrivere, vi racconto solo che abbiamo incontrato Gerhard con il quale abbiamo pianificato la prima esportazione dei nostri prodotti verso l'india e che il volo da Dubai a venezia e il piu bel volo di tutta la mia vita, aereo nuovo, cibo di qualità ma sopratutto un personale davvero da sballo

Da pisciarsi addosso, mi vien da pensare anche che non siano davvero hotess ma attrici di commedia .

E infine Belun, mia cara, cosi ti lasciai e cosi ti trovai